Cinema Fumetti

Captain Marvel…chi?

In occasione dell'avvicinarsi dell'uscita del nuovo film Marvel, una veloce guida al personaggio di Captain Marvel.

Il Marvel Cinematic Universe è pronto a portare sul grande schermo il suo primo film incentrato unicamente su una super-eroina donna.

Ovvero Captain Marvel, sconosciuta a molti fino a qualche mese fa, che sta ora accendendo l’interesse dei molti fan del MCU.

Fino ad ora l’idea di impalcatura dell’universo cinematografico Marvel è stata impostata su basi apparentemente semplici, che pur allacciando continui rimandi tra i singoli film necessitava di chiarezza per non rischiare di rendere fumoso il progetto. Aumentare la complessità e i fattori in gioco in maniera progressiva, in modo da solleticare il palato dello spettatore comune, al pari del fan della versione originale del comic, senza infittire troppo la trama, perlomeno ad un livello basilare.

Un modo  coscienzioso di costruire l’universo tematico: gestire le informazioni a gocce, pochi indizi per volta, i quali portano lo spettatore a formulare teorie e dibattiti, non tralasciando qualche chicca nascosta o easter egg per i fan incalliti.

Ma questa era la prima tranche, la prima fase dell’universo Cinematico Marvel, che ora si apre ad una nuova fase.

E la scelta ricade su questa bionda ragazza dai poteri tanto grandi quanto ignoti ai più. Un personaggio dalla folle, nel senso di sconclusionata, vita editoriale, un turbine di cambi di identità avvenuti negli anni che necessitano della maggior chiarezza possibile, indipendentemente dal recupero di questi in chiave cinematografica.

In origine fu…

Siamo agli albori della golden age dei comics. Superman imperversa, proponendo agli americani avventure eroiche e ricche di speranza e giustizia. Il mercato editoriale non sta a guardare e a fronte del fenomeno vede proporre sulla scena dei cloni del kryptoniano, ad opera delle più disparate case editrici appena affacciate sulla scena.

Tra queste la Fawcett Comics, che non solo crea in Capitan Marvel (1940) una copia carbone di Superman, ma gli imbastisce attorno una Marvel Family: personaggi che recitando la formula Shazam! avrebbero potuto ottenere poteri immensi, equiparabili a quelli del personaggio titolare.

Poi la Fawcett sarebbe fallita e sul copyright del nome del personaggio si sarebbe avventata per prima la Marvel Comics. I diritti sul personaggio Billy Watson-Cap.Marvel sarebbero stati acquisiti dalla DC Comics, obbligata per forza di cose a doverlo rinominare: la scelta ricadde in Shazam… da non crederci!

Angolo curiosità: ci troviamo di fronte a dei ricorsi storici singolari e accattivanti. Entrambi gli eroi nati da uno stesso (sfortunato) antenato si ritroveranno in sala durante il 2019, accomunati dopo quasi ottant’anni, e pronti a battagliarsi a suon di incassi tra i più importanti blockbuster dell’anno.

Gli sviluppi e il passaggio di testimone

Spostandoci quindi sul lido della Casa delle Idee, la prima versione di Cap. Marvel non era la bionda ragazza che stiamo vedendo, ora, nei vari spot televisivi.

Proprio così, la prima versione dell’eroe Kree era maschile, in piena linea di continuità con la visione supereroistica dell’epoca, cui Superman fungeva da matrice.

Capitano Mar-Vell per la precisione, un ufficiale alieno inviato sulla terra come spia, che verrà ritenuto un disertore presso i suoi simili, finendo per diventare un eroe al servizio dell’umanità. Il personaggio morirà, poi, “ufficialmente su “La Morte di Capitan Marvel”, prima graphic novel della Marvel.

Altri personaggi porteranno poi in seguito il manto di Cap. Marvel, tra cui Monica Rambeau (conosciuta ora come Spectrum, prima come Quasar e Photon), Genis-Vell, Phyla-Vell (conosciuta come Quasar e sorella minora di Genis), Khn’nr (apparso a cavallo di Secret Invasion), Noh-Varr (conosciuto come Marvel Boy anche) e, infine, la più importante: Carol Danvers (già conosciuta come Ms. Marvel e Binary).

La veste che ci interessa qui, chiaramente, è quella relativa alla Danvers, chi è costei?

Carol è una comune donna umana, investita improvvisamente da grandi poteri a seguito di radiazioni generate dalla scontro tra lo stesso Mar-Vell e uno dei suoi nemici (tale Yon-Rogg). Super-forza, volo e capacità di assorbimento dell’energia, con la possibilità di poterla rispedire al mittente, sono solo alcuni dei poteri di Carol.

Curiosità: Nonostante la storia editoriale ballerina, la Danvers è stata ritenuta, a più riprese, uno dei più grandi membri dei Vendicatori e anche la più grande eroina dell’Universo Marvel

tom-trang-ms-marvel-bg
Carol Denvers in versione Miss Marvel

Protagonista di episodi travagliati della continuity Marvel, la nostra Carol dovette vedersela con varie sventure. Su tutte svetta la perdita di memoria e poteri per mano di Rogue degli X-Men, a cui solo l’assistenza di Xavier, e una particolare avventura nello spazio (avvenuta nello storico primo numero italiano de “Gli Incredibili X-Men), parve porre rimedio, non solo a ridestare il potere sopito dalla biondina, ma a farla diventare anche Binary (grazie anche agli esperimenti subiti da parte della Covata), con poteri energetici pari a quelli di una stella.

Seguirà un suo ritorno sulla Terra, una volta stabilizzatisi i suoi poteri (e ristabiliti in parte i poteri originari), con (ma è un vizio?) un nuovo nome: Warbird, e altre novità, tra cui l’alcolismo e la brutalità delle azioni dovute alla non accettazione della perdita dei poteri e della memoria (per i fatti con Rogue).

Ritornerà col nome Ms. Marvel durante il ciclo dei Vendicatori del 2003 (quello di Brian M. Bendis), e si schiererà con Iron Man durante Civil War. La sua storia editoriale culmina nel 2012, anno in cui Carol assume definitivamente l’identità di Captain Marvel (nella serie scritta da Kelly Sue DeConnick), in memoria del suo precedente mentore.

E ora una nuova fase!

Ma quindi Ms. Marvel in realtà chi è? Cosa vuole?

Queste sono le domande che il pubblico si chiede: ovvero chi sia questa bionda potentissima, di colpo sbucata di prepotenza a risolvere la situazione… e perché si muove solo ora, dopo che la situazione post Infinity War parer aver irreversibilmente cambiato le carte in tavola

Le domande sulla versione cinematografica sono tante, a partire dal comportamento di Nick Fury, fino alla presenza degli Skrull sulla Terra anni prima delle vicende narrate finora nel MCU.

L’introduzione di questo nuovo personaggio (con molte probabilità la nuova leader), sta proprio a significare questo, ovvero un’inversione di rotta rispetto al passato: è arrivato il momento di ripartire, facendolo con un personaggio che, nel corso della sua vita editoriale, è stato ricoperto non solo da più identità, ma ha avuto più nomi, ha sconfinato in altre testate (gli X-Men) e, quindi, è passato maggiormente in sordina.

Riuscirà Carol Danvers (interpretata da Brie Larson) a raccogliere l’eredità dei film “monografici” degli anna passati (vedi Iron Man e Cap. America). Lo scopriremo dal 6 marzo 2019, di sicuro è tra i nostri film più attesi dell’anno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: