Pop

In un futuro non troppo lontano i robot potrebbero scrivere fumetti!

OPEN AI (una start-up no-profit specializzata in IA, sostenuta e fondata da Elon Musk) ha da poco sviluppato una intelligenza artificiale troppo avanzata per poter pubblicare i risultati di questo studio. Questa intelligenza artificiale sarebbe capace di scrivere interi testi senza problemi e anche di grande qualità. Praticamente potrebbe sostituire uno scrittore. Bene, parliamone:

Ovviamente il progresso non può essere fermato, o comunque non è mia intenzione farlo, anzi. Però siamo veramente sicuri che un’ intelligenza artificiale possa sostituire uno scrittore, che sia esso di libri, fumetti, poesie ecc? Ecco il mio articolo volge proprio ad analizzare i pro e i contro di questa ipotetica situazione.

Sicuramente, nel caso le IA sostituissero gli scrittori, si avrebbe un vantaggio dal punto di vista della produzione. Non dovrebbero sottostare ai normali bisogni umani, quali: dormire, mangiare, bere ecc. Tutto questo, però, a discapito di cosa? Siamo sicuri che le ipotetiche storie scritte da una intelligenza artificiale abbiano la stessa qualità di quelle scritte da un essere umano?

Possiamo dire con assoluta certezza che un IA molto avanzata può avere le stesse abilità di scrittura di persona normale, può ragionare come una persona normale…. ma può anche creare come una persona normale? Secondo me no, non può farlo. Per quanto sia possibile perfezionare questo tipo di tecnologia, non credo sia possibile emulare la creatività umana, ed è proprio questo a segnare un netto confine fra uno scrittore vero e una IA.

La creatività, la fantasia, sono queste le vere cose che fanno la differenza in una storia. Quello che ci fa appassionare, o meno, in una storia è proprio la capacità creativa dello scrittore, l’abilità che ha nel far immedesimare il lettore in un determinato personaggio, quanto riesca a coinvolgerti in una determinata vicenda, ma sopratutto con quanta fantasia riesce a far conciliare tutto ciò.

Di solito, un romanzo o un fumetto o una poesia nascono proprio dall’esperienza di vita vissuta dall’autore stesso. Se pensiamo che un una intelligenza artificiale possa scrivere meglio di uno scrittore una storia partendo solo dalla combinazione e decodificazione di algoritmi o altre robe fantascientifiche (che tanto assurde poi non sono), probabilmente non meritiamo nemmeno di leggere i grandi capolavori della letteratura di tutti i tempi.

E comunque, la sfida è accettata… fatti sotto, macchina artificiale, vediamo un po’ se riesci a scrivere meglio di noi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: