Serie Tv

Le terrificanti avventure di Sabrina 2 – La Recensione

Pochi giorni fa Netflix ha rilasciato la seconda stagione del TeenDrama/Horror, Le terrificanti avventure di Sabrina . Se la prima stagione è stata una prova ben riuscita la seconda, invece, è stata un consolidare il grande potenziale di questa serie.

Eviterò quanto più possibile di inserire spoiler, ma farò in modo di farvi capire perché andrebbe visto questo secondo atto.

Sabrina, alla fine della precedente stagione, firma il libro della bestia diventando a tutti gli effetti un’adepta della chiesa della notte. Dopo questa decisione sarà una studentessa qualunque? Ovviamente no! Non perde mai occasione di andare contro i precetti del cammino della notte se lo ritiene necessario. È bello come, nonostante la sua “sottomissione” al signore oscuro, non abbia perso il suo carattere forte, giusto e talvolta infantile (insomma tutto quello che amiamo di lei).

Ovviamente il personaggio ha avuto la sua evoluzione, si scopriranno cose sul suo passato e su suo padre che veramente in pochi di noi avrebbero immaginato (io non ero fra quelli).

Grandissimo pollice in su per Lilith, villain materiale della prima stagione, presenza fondamentale nella seconda. Questa seconda parte mette la prima strega sotto una luce nuova, addirittura elevandola sotto alcuni aspetti, rendendola un personaggio ancor più completo, complesso e carismatico. Senza dubbio il mio personaggio preferito.

Gli amici e i “nemici” di Sabrina, si confermano nuovamente dei comprimari ottimi, senza farvi troppi spoiler, avrete parecchie sorprese da parte loro.

Unica nota dolente a livello di storyarc sono gli ultimi due episodi, fortunatamente non inficiano in maniera imponente la bellezza della serie.

Notevole miglioramento anche sugli effetti speciali, un po’ carenti nella precende stagione ma ben realizzati in questa. Stessa cosa non si può dire per il trucco/costume che non trovo ancora di livello, rispetto a tutto il resto.

La sceneggiatura è sempre molto lineare, perfetta per questo tipo di prodotto. Evitando poi troppi intrecci complimenti e plot-twist inutile far risaltare il grande potenziale della storia.

Lavoro egregio anche dal punto di vista della regia, dove sono state veramente poche le scelte che non ho apprezzato (anche qui evito di dire quali per non spoilerare nulla).

Come detto prima, se proprio dobbiamo trovare una vera macchia nera in questa seconda stagione, sono gli ultimi due episodi (anche se sul finale di stagione si riprende bene). Abbastanza sbrigativi, e perciò poco convincenti, nonostante il colpo di scena (più o meno gradito a seconda dei gusti), non hanno quello stesso impatto che hanno avuto gli altri.

Andando a concludere non posso che consigliarvi la visione di questa seconda stagione (della serie in sé, qualora non lo aveste fatto). Un prodotto senza dubbio riuscito da parte di Netflix.

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: