Cinema

La LLorrona: Le lacrime del male

Eccovi qui le nostre impressioni su “La Llorrona: Le lacrime del Male“, film horror soprannaturale uscito da poco al cinema.

Conoscete tutti la leggenda di questa donna? No? Ok, ve la spiego in maniera molto semplice.

La Llorona è uno spettro del folklore dell’America Latina che, secondo la tradizione, si presenta come un’anima in pena di una donna che ha ucciso o perso il figlio, e che è alla vana ricerca di esso. Le sue agghiaccianti urla spaventano coloro che la vedono o la sentono. Mentre la leggenda ha molte varianti, a seconda del paese, i fatti centrali sono sempre gli stessi

Wikipedia ha un ottimo articolo sul mito, pieno zeppo di fonti, per coloro che fossero interessati.

LA-LLORONA.jpg

Elaborando ulteriormente sulla leggenda: una donna, bella come poche altre al mondo, incontrò un uomo di cui si innamorò perdutamente. I due vissero insieme, ebbero due splendidi figli (in altre versioni il numero di figli varia) e la loro vita procedeva felice. Finché un giorno la bellissima donna sorprende il marito con una un’altra più giovane. Naturale conseguenza di ciò fu la furia assassina della donna, la quale però direzionò la sua rabbia altrove, uccidendo la cosa più cara al marito. I loro figli.

Quando realizzò cosa aveva fatto era troppo tardi, quindi si suicidò. Ma la sua punizione non fu la morte, bensì si vide costretta a vagare per l’eternità nel mondo attirando e sacrificando dei bambini nella speranza di riavere i suoi.

Abbastanza agghiacciante come storia effettivamente. In Sud America, questa leggenda, viene raccontata per spaventare i bambini poco ubbidienti. Un po’ come noi “usiamo” l’uomo nero.

Ora passiamo al film, che alla fine si lascia anche guardare. Nonostante non sia in alcun modo un classico del genere od una nuova sleeper hit, però è veramente gradevole.

Specifichiamo subito una cosa: questo film fa parte dello stesso universo di The Conjuring. Sul punto, la Warner Bros, e i produttori di questa saga, stanno letteralmente creando un nuovo universo Horror similmente alla Universal con i suoi mostri classici.

Soffermiamoci ulteriormente sul film, entrando nella recensione vera e propria, iniziando dai suoi punti forti.

Il lavoro fatto dal costumista è sicuramente fra questi, ho letteralmente adorato quello adoperato per la Llorrona, cupa, triste, orrenda quanto basta e perennemente in uno stato di rabbia. Un cattivo, almeno dal punto di vista visivo, riuscitissimo.

Dal punto di vista della trama, questa la possiamo definire come pulita e scorrevole, che non tende a strafare o collegarsi per forza al resto dei film di questo nuovo universo (come Annabelle o The Conjuring, anche se un collegamento con la prima è presente). Ottimo il fatto che questa produzione sia abbastanza stand-alone, che viva di una propria identità e non necessariamente all’ombra dei predecessori. Tuttavia si fa sentire il leitmotiv di quasi tutte le produzioni horror neo-moderne, infatti la trama ricalca un po’ quella di tutte i recenti prodotti di questo filone, priva di veri colpi di scena ed abbastanza sciapa. Questo perché ormai gli horror fanno leva solamente su lavori di inquadratura e sound design, relegando la trama “dietro le quinte”.

Non a caso, una grande nota di merito va alle musiche, che in certi punti mettono più paura loro delle scene stesse. Veramente un buon lavoro da questo punto di vista.

Adesso arrivano le note dolenti, quelle vere.

Da un punto di vista effettistico, gli FX sono stati non voglio dire brutti, ma veramente pochi. Per un film che basa tutto sul sovrannaturale ci si aspettava una presenza maggiore di questi, nonostante i pochi usati non mi siano dispiaciuti.

La recitazione non mi ha fatto impazzire, dove la regia e la sceneggiatura sono riuscite a creare un’identità al film anche con una trama molto semplice e quasi banale, gli attori non sono stati all’altezza del compito (salvo per i bambini che invece mi sono piaciuti molto). Ma come si diceva più sopra, l’aver relegato la trama in secondo piano fa si che anche la caratterizzazione dei personaggi si riveli piuttosto debole e scialba.

In conclusione si può dire che questo film, per quanto non perfetto né elevato, meriti sicuramente una visione, magari per una bella serata al cinema fra amici senza troppo impegno.

Voto: 6,5/10

 

Warner-Bros.-Logo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: