Serie Tv

L’Attacco dei Giganti Stagione 3 – impressioni sull’episodio 13: La città dove tutto iniziò

La serie de L’Attacco dei Giganti mi ha sempre impressionato grazie ai suoi misteri, alla sua imprevedibilità, alle splendide animazioni e alle musiche memorabili, nonché per il fatto che non cade quasi mai nella banalità. La trama ha sino ad ora visto un’enorme quantità di colpi di scena, eventi imprevisti e situazioni che coinvolgono molti personaggi dalla personalità abbastanza sfaccettata.

Una trama che è ora giunta ad un punto di svolta con l’inizio della seconda parte della terza stagione, il cui tredicesimo episodio è chiamato “La città dove tutto iniziò”. Nell’articolo è ovviamente contenuta qualche anticipazione, quindi fermatevi qui nel caso non abbiate visto la puntata.

ALLERTA SPOILER

Con questo episodio si apre l’arco narrativo che vede i protagonisti tornare alla loro città natale, ovvero Shiganshina. Subito vediamo emergere uno stato di insicurezza in Eren, il quale sente il peso della missione che tutti stanno per affrontare, essendo lui l’unica speranza per la sua riuscita. Anche più avanti nella puntata vediamo Eren che non si sente del tutto sicuro delle proprie capacità, e che quasi si sorprende della velocità con cui è riuscito a portare a termine la prima parte della missione.

Dall’altra parte c’è Armin che invece acquisisce fiducia in sé. Benché, infatti, sia anch’egli spaventato e preoccupato dalla posizione dei nemici riesce, anche grazie all’aiuto del comandante Erwin (che si dimostra ancora una volta un leader indiscusso), a imporre la sua idea e a dare ordini. È questa una fase carica di tensione, dato che nessuno ha idea di dove si nasconda il nemico e di cosa abbia in mente. Armin sa benissimo infatti che non conoscono completamente i Giganti, e che questi ultimi potrebbero sorprenderli da un momento all’altro.

L’episodio riesce benissimo, a mio parere, a introdurre il suo finale e di conseguenza gli eventi successivi. Lo fa con un il giusto ritmo, lento ma caratterizzato da mistero e indecisioni, che quindi amplifica e fa risaltare maggiormente la parte della rivelazione. Quest’ultima gode del sempre incredibile accompagnamento musicale di Sawano, stavolta con tracce conosciute ma rivisitate che esaltano il momento alla perfezione. Anche per quanto riguarda la cura nelle animazioni non ci sono particolari sbavature, ma a questo ormai la serie ci ha abituati abbastanza bene.

Si riconferma inoltre come una serie tutt’altro che banale, con la presenza di personaggi come Levi che, come anche Mikasa, è sempre pronto all’azione e non si lascia sfuggire le occasioni per colpire, come giusto che sia. Cosa che fanno anche i nemici, con il Gigante Bestia che non ci pensa un secondo a precludere all’armata ricognitiva ogni via di fuga.

Si tratta insomma di un grande preludio agli eventi dei prossimi episodi, i quali si prospettano scoppiettanti.

Voi state seguendo questo anime? Diteci la vostra con un commento qui sotto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...