Cinema

5 Centimetri al Secondo – La Recensione

Nexo Digital riporta il film d’animazione giapponese 5 Centimetri al Secondo nei cinema di tutta Italia Lunedì 13, Martedì 14 e Mercoledì 15 Maggio. Il film porta la firma del grande Makoto Shinkai che tanto ci ha fatto emozionare con Your Name, capolavoro indiscusso degli ultimi anni. 

Quello di 5 Centimetri al Secondo è un ritorno nelle sale cinematografiche dove era già stato presente undici anni fa, nel 2008. La pellicola ha vinto il Lancia Platinum Grand Prize «per la capacità di coniugare poesia, arte e perizia tecnica, disegno animato e nuove tecnologie, una storia emozionante e profonda ad una maestria esemplare di regia, dove ogni elemento strutturale del film, dalla sceneggiatura fino al montaggio, ci comunica grande professionalità e forte ispirazione»

Quelle che scorrono sul grande schermo sono le immagini che raccontano la storia d’amore impossibile tra  Takaki Tōno e Akari Shinohara. All’inizio della storia i due sono legati da una fortissima amicizia, che li porta a scriversi lettere anche dopo la loro separazione. Per motivi familiare, Akari è costretta a trasferirsi lontano da Tokio, così come farà, più tardi, lo stesso Takaki. Dopo un breve e fugace incontro, i sentimenti che i due provano reciprocamente si paleseranno in maniera definitiva, lasciando, però, spazio ad una infinita tristezza per l’impossibilità del loro amore. 

La storia è divisa in episodi, tre per la precisione, che raccontano la vita dei due protagonisti in momenti diversi. A dire il vero, quella che viene raccontata palesemente è la vita di Takaki, dall’adolescenza fino all’età adulta. Quella di 5 centimetri al secondo è anche una storia di alienazione; una storia di sofferenza che si trasmuta in vera e propria sindrome per lo stesso Takaki. L’amore che genera malattia e solitudine, che rende l’uomo privo di emozioni e incapace di provare a costruirne delle nuove. Un turbine di emozioni e sentimenti che dal grande schermo arrivano fino al cuore dello spettatore. 

La tecnica d’animazione utilizzata è meravigliosa, le scelte stilistiche riescono ad essere specchio dei sentimenti, riescono, in qualche modo, a dare forma all’invisibile creando un insieme di luci e ombre che rispecchiano le anime dei protagonisti dei tre episodi raccontati. 

Nota di merito al doppiaggio italiano, ponderato e ben costruito. Dialoghi (pochi) ricchi di spunti di riflessione che rendono lo spettatore partecipe in prima persona dei movimenti dell’animo di Takaki. Sicuramente da non perdere, il film merita di essere visto soprattutto da chi, come me, ha amato Your Name

Per rimanere sempre aggiornati sulle novità Nexo Digital, vi consigliamo di tenere d’occhio il sito internet dove potrete facilmente reperire tutte le informazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: