Serie Tv

Game of Thrones: La fine è giunta

L'ultima puntata di Game of Thrones è andata in onda ieri e noi abbiamo perso diversi anni della nostra vita per un finale mediocre e senza un senso plausibile.

La fine è giunta.

Faccio una premessa, non sarò lusinghiero su questo finale di stagione e non posso limitarmi a recensire freddamente l’episodio quindi vestirò i panni del fan deluso.

Questa stagione è stata un susseguirsi di situazioni e avvenimenti privi di senso. Dalla morte del Night King (senza che ci venga spiegato praticamente nulla su di lui e ignorando completamente la profezia) a l’inutilità di Jon Snow (colui che sarebbe dovuto essere il principe promesso, altrimenti non mi spiego la sua resurrezione). La “lunga notte” è stata poco più di un blackout, e da lì è partita tutta una serie di percorsi in discesa senza nessun filo logico. Personaggi che sono completamente ridicolizzati e situazioni che non hanno senso. Tutto questo dato da una fretta esagerata e da una poca cura per i dettagli e lo svolgimento della storia, una sorta di rassegnazione perché tanto Game of Thrones sarà comunque un successo.

Ci siamo lasciati con Approdo del Re distrutta da un atto di follia della Madre dei Draghi (sisi, la stessa che ha preferito usare degli infiltrati piuttosto che uccidere innocenti durante la conquista della baia). La sesta puntata si apre con la più totale devastazione, la città ancora in fiamme, Jamie e Cersei morti (nel modo più insulso e anonimo del mondo) corpi bruciati ovunque, e Tyrion che capisce di aver fatto un errore.

Nemmeno gli ultimi Stark sembrano tanto convinti

Giungiamo alla presa di coscienza di Jon, finalmente ha capito che non può più essere passivo che non può più chiudere gli occhi e giustificare. Decide quindi di prendere in mano la situazione e affrontare la sua regina. Peccato che finisca tutto in cinque minuti, l’ennesima morte insulsa, senza pathos, senza nemmeno il tempo di provare un qualsivoglia sentimento nei confronti di uno dei protagonisti della serie.

Dopo il suo omicidio, Jon viene imprigionato insieme a Tyrion e, contemporaneamente, i lord più potenti di Westeros sono chiamati, apparentemente da Verme Grigio, a confrontarsi sul da farsi. Dopo il discorso del Folletto l’adunata arriva ad un decisione (che in realtà è anche sensata): il Re, che avrà il compito di governare sui sette regni deve essere eletto, non salirà più al trono tramite il diritto di nascita. Si impone a Westeros, quindi una sorta di oligarchia che proclama Re Bran lo spezzato. Parliamone un attimo, dai.

Bran è assolutamente un personaggio ottimo, ma non è lui che sarebbe dovuto diventare Re. Inoltre, perché a Sansa viene accordata l’indipendenza del suo regno, Grande Inverno, di cui sarà incoronata regina, mentre non viene ascoltata la proposta di liberare Jon? Perché l’uomo che ha ucciso quella che, a tutti gli effetti, era diventata una tiranna e una distruttrice deve essere punito? È più giusto rimandarlo nei guardiani della notte? Ma per quale motivo esistono ancora? Tutto questo perché Verme Grigio voleva giustizia (ti svegli presto amico mio n.d.r.) e Bran doveva mantenere la pace, ma la pace con chi? Il Nord appoggia te, e con questo hai già l’esercito più grande del continente, le ricchezze dei Lannister sono a tua disposizione, così come le risorse di Alto Giardino, dei Tully e di Tarth, hai anche gli eserciti della Valle, delle Torri Gemelle e di Delta delle Acque. Gli unici che avrebbero potuto opporsi a te erano un manipolo di Immacolati e forse due regni (di cui uno quasi decimato). Oltretutto i prima citati immacolati alla fine se ne vanno pure, mi spiegate il senso di mandare via Jon? Se lo sarebbe meritato lui il trono, considerando che è anche un “Drago”.

Quindi facciamo il punto della situazione e di quali sono stati i contenuti di questa ottava stagione

  • Profezie completamente ignorate
  • Salvatori puniti
  • Re scelti a caso
  • Morti insulse
  • Regressione dei personaggi

Scusate se sono sembrato meno professionale del solito, ma proprio non me la sentivo di rimanere impassibile e di scrivere una recensione asettica e criticamente distaccata, è stato davvero un duro colpo da sopportare. Sono un fan deluso, che parla con altri fan delusi, nulla più nulla meno.

Ma se voi non siete dei fan delusi (oppure volete anche voi lanciarvi in interpretazioni o confutazioni), fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...