Fumetti

Sei mesi di Marvel Fresh Start

Con Marvel Fresh Start potremmo essere davanti a una nuova Silver Age del fumetto statunitense. Ecco cosa è accaduto in questi primi sei mesi.

Dopo circa sei mesi dall’inizio del Fresh Start, l’universo Marvel continua a riscuotere consensi. Il che sicuramente è indice dell’ottimo lavoro fatto da C. B. Cebulski.

Ma facciamo un piccolo passo indietro: cos’è il Marvel Fresh Start?

Non è un reboot, tipo quello successivo a Secret Wars, ma un rilancio in grande stile con nuovi team artistici e l’inizio di una nuova era.

Persino Dan Slott, dopo dieci anni su Spider-Man, lascia il personaggio per scrivere i Fantastici Quattro, finalmente tornati sulla Terra.

Ma cosa rende questo rilancio diverso dai precedenti? Beh, tutti (o quasi) gli eroi della Case delle Idee tornano alle basi, vengono fatte ripartire le trame e questo può sicuramente definirsi un bene per i nuovi lettori dell’Universo Marvel.

Personaggi come Spider-Man (Spencer, Ottley/Ramos), Capitan America (Coates, Yu), Doctor Strange (Waid, Saiz), Iron-Man (Slott, Schiti) e i Fantastici Quattro (Slott, Pichelli) hanno nuova vita grazie ai nuovi team artistici e autoriali.

Come detto prima, quasi tutti i personaggi Marvel hanno nuovi team artistici, chiaro eccezione è il Thor, sempre gestito (egregiamente), da Aaron.

Anche per questo il Fresh Start ci porta nuove storia, o meglio, una vera conclusione. Infatti Aaron dal rilancio in poi ha solo fatto tornare tutto per condurlo e portarci a “The War of Realms” l’evento Marvel più atteso dal Secret Empire di Spencer, infatti dopo sette anni circa di Thor, Aaron ha deciso di concludere la sua run sul Dio del Tuono (già nella storia) .

«Il mio ciclo di Thor è iniziato nel 2012 con God of Thunder #1» ricorda Aaron. «Da allora ho scritto circa 80 albi di Thor, sparsi su diverse serie. E tutti sono serviti a costruire The War of the Realms. Inutile dirlo, cercherò di andarmene con il botto. Grazie ai lettori che ci sono stati.»

Questo è stato il tweet dello scrittore il 4 Marzo 2019, che ci conferma il tutto.

Qua in Italia, dovranno passare ancora alcuni mesi prima di arrivare a questo maxi evento, ma possiamo goderci diverse testate Marvel davvero buone.

  • Thor di Aaron e Del Mundo , come già detto una grande testate, fondamentale per War of Realms. Unica nota stonata, a mio avviso, è proprio la presenza di Del Mundo, ottimo (per non dire sublime) copertinista, ma non altrettanto eccellente come disegnatore, almeno non per Thor.

  • Capitan America di Coates e Yu, una serie molto interessante, che riprende alcune sotto-trame di Secret Empire e ci traghetta fino ad un secondo arco narrativo (Captain of Nothing) riecheggiante direttamente alcune run storiche del Capitano.

  • Amazing Spider-Man di Spencer e Ottley, un nuovo capitolo si apre per Peter, con storie molto fresche e giovanili con il tratto splendido di Ottley (già disegnatore di Invincible).

  • Avengers di Waid e McGuinness, anche se non apprezzato da tutti questa serie porta con sè molte aspettative e una nuova formazione per gli Avengers. Sicuramente apprezzato è, al contrario, lo stile artistico di McGuinness, da sempre un vero maestro della nona arte.

  • Incredibile Hulk di Ewing e Bennett, mensile quasi horror per il Golia verde con una trama estremamente intrigante con dei disegni stupendi. Si tratta, indubbiamente, del titolo più interessante dell’intero panorama Fresh Start, complice anche la riscrittura esoterica del rapporto Banner/Hulk (così come delineatosi durante Avengers: No Surrender).

  • Venom di Cates e Stegman, una testata, che qua in Italia ha spopolato, che è servita a riportare un po’ di dignità al personaggio di Eddie Brock e del simbionte dopo anni di infinito limbo e alcune discutibili scelte editoriali.

Presto in Italia arriveranno anche le serie mutanti, a ruota poi il Daredevil di Chip Zdarsky e Marco Checchetto e a luglio anche Gurdiani della Galassia di Cates e Shaw, che anche pur non rientrando direttamente sotto l’etichetta Fresh Start possono essere considerate tali.

Mentre, da qualche mese, sono arrivate alcune mini-serie come Ant-Man & The Wasp e Sentry etichettabili come Fresh Start, oltre a volumi del Black Panther di Coates all’arrivo in spillati della nuova serie Capitan Marvel la quale è reduce da un cartonato intitolato La vita di Capitan Marvel il quale ci mostra nuovi retroscena sul personaggio di Carol Danvers.

Immancabili sono poi gli eventi Marvel come Infinity Wars ed Exterminations, che porteranno alcuni cambiamenti e assestamenti in attesa di War of Realms.

Insomma, davvero molte sono le serie derivate da questo Fresh Start, non tutte hanno riscosso grande successo, altre sono state delle sorprese, ma nel complesso dopo sei mesi possiamo dire che Il Marvel Fresh Start ha funzionato e sta funzionando.

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...