Cinema

L’immaginario Kaiju del Godzilla-verse: una panoramica prima dell’invasione nelle nostre sale.

A pochi giorni dall’uscita di Godzilla: King Of the Monsters, seguito diretto del film che ha dato il via al nuovo monsterverse di Warner del 2014 , andiamo a conoscere meglio i mostri protagonisti di quello che si preannuncia essere uno scontro decisamente spettacolare.

Per definizione i bestioni che vediamo scontrarsi sono kaiju, ossia enormi creature dai vari design, dimensioni e specie (terrestri o aliene), appartenenti all’immaginario fantascientifico giapponese. Comun denominatore nelle storie di molti di questi mostri è la presenza di radiazioni atomiche, a richiamo di una ferita all’epoca fresca (e mai del tutto risanata) dei terribili avvenimenti di Hiroshima e Nagasaki. L’immaginario narrativo e quello sociale entrano in simbiosi e per quanto oggi possano far sorridere certe pellicole dell’epoca, la voglia di superare la paura e far risorgere il Giappone tramite messaggi ambientalistici in prodotti di puro intrattenimento è stato prezioso.

Entrati in maniera indissolubile nella cultura nipponica tanto da essere inseriti in ogni medium, dalla letteratura ai videogiochi, dai manga agli show televisivi super sentai, i kaiju sono quel ramo di cultura post-atomica che con successo ha valicato la cultura di massa del paese d’origine, trovando fortune e rivisitazioni anche nel resto del mondo.

Godzilla

Gojira (ovvero Godzilla, come è stato tradotto in occidente) è il primo e più famoso tra i kaiju, nato dall’omonimo film del 1954 della Toho. Emerso dagli oceani per sventare la minaccia di altri mostri, è un essere possente, di indole battagliera e di cui è complesso delineare un orientamento morale (ammesso ne abbia uno). In sostanza pur essendo innegabile il suo efficace apporto alla battaglia, non è chiaro se agisca per il bene del pianeta oppure per rimanerne il dominatore incontrastato (e d’altronde non essendo un chiacchierone, è difficile fargli domande). La visione più accreditata è che questa creatura non sia altro che una incarnazione della natura stessa, che emerge quando occorre ristabilire l’equilibrio.

Nei 34 film che compongono l’epopea del re dei mostri, sono tantissimi i nemici che si è trovato ad affrontare, senza contare versioni mecha di sé stesso, cloni, civiltà umanoidi aliene, viaggi nel tempo e nello spazio profondo.

Nel film che presto approderà nelle nostre sale, potrete ammirare in un nuovo design quelle che a tutto diritto risultano le più ricorrenti e significative.

Rodan


L’aspetto è di un enorme pterodattilo la cui mole è dovuta alle radiazioni che hanno investito le uova. Questo kaiju è stato rappresentato nel corso degli anni in diversi design, spesso con aculei o talvolta scaglie a ricoprire il corpo, agisce per punire gli uomini colpevoli di maltrattamento della natura, oppure in propria stessa difesa. Talvolta ha fatto da partner di Godzilla in battaglie intergalattiche, il che lo accomuna in intenzioni “positive” al re dei mostri.

Formidabili nel volo, che i Rodan padroneggiano anche alla velocità del suono, sanno generare esplosioni dal movimento delle ali. In più occasioni si sono dimostrati immuni al leggendario soffio atomico di Godzilla e ai raggi di Ghidora, peculiarità decisamente notevole. Quando ha avuto la peggio è stato quindi per colpi fisici, suo punto debole in difensiva.

Mothra

Dall’aspetto di una gigantesca falena, questo kaiju è di indole pacifica. Gli unici casi in cui ha minacciato l’umanità sono da ricondurre al pericolo corso dalle fatine Shobijin che vivono con lei. Nella maggior parte dei casi si è alleata con Godzilla, arrivando a sfidarlo solo quando il lucertolone ha messo in pericolo il pianeta. Al pari di Rodan, è abilissima nel volo e nelle raffiche generate dalle sue ali, le quali riescono anche a secernere un potente veleno. Altre armi a sua disposizione sono raggi laser dalle antenne e aculei velenosi dal corpo. Ricalca il mito della fenice che rinasce dalle ceneri: essendo una divinità riesce a reincarnarsi nelle uova che ha deposto in giro per il mondo, risultando di fatto immortale.

Straordinarie in attacco, le ali risultano fragili in difesa tanto da risultare sia il suo punto di forza sia il tallone d’achille.

Ghidora

Conosciuta anche con l’altisonante nome di King Ghidora, questa creatura è il nemico per antonomasia della serie, contro cui si è resa spesso necessaria la collaborazione di più kaiju. Il suo nome deriva dalla pronuncia giapponese di Idra, che suona appunto “hidora”, e le sue tre testa ne sono una spiegazione più che valida.

Più alto e massiccio di Godzilla in tutte le versioni, ha vissuto negli anni di varie spiegazioni riguardo la sua genesi. Dalle classiche radiazioni fino all’origine mitologica, furioso perchè non ha sviluppato tutte le otto teste dell’idra.

Riesce ad emanare potenti fasci di energia dalle tre teste, dei Gravity Beams (o Raggi Gravitazionali) che radono al suolo intere città, scagliare fulmini dalle ali e volare a velocità quasi pari a Mothra. Le scaglie che lo ricoprono lo rendono resistente al respiro atomico di Godzilla(che comunque causa bruciature in superficie), e difensivamente riesce a creare barriere energetiche usate a mò di scudo.

Macchina inarrestabile, come per altri kaiju porta il suo punto debole insito nell’arsenale d’attacco: le teste, più deboli del resto del corpo e lasciate esposte durante gli attacchi. Ha poca resistenza mentale, il che lo rende manipolabile e poco intelligente, non amabile a fronteggiare situazioni impreviste. E meno male.

Insomma, i presupposti per uno spettacolo visivamente all’altezza ci sono tutti, i trailer non hanno fatto altro che ribadire una ottima resa a schermo del mood e del design dei mostri, non resta che recarsi in sala dal 30 maggio e tifare per il destino del pianeta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: