Pop

Walt Disney, Topolino e Biancaneve in: la Nascita dell’Animazione Sonora e a Colori

Walt Disney è sicuramente il genio dell'animazione di tutti i tempi, padre dei personaggi dei cartoni animati che più amiamo. Riscopriamo insieme la sua storia.

Oggigiorno tutti conoscono Walt Disney, il celebre animatore, imprenditore, disegnatore, doppiatore, regista e produttore cinematografico, o almeno qualche suo film o qualche personaggio da lui creato. Pochi però conoscono la sua storia e quella delle sue creature, come Topolino, Paperino, Pippo, Biancaneve e altri. Proviamo ad analizzarli insieme.

Walter Elias Disney nacque a Chicago nel 1901 e fu una persona di umili origini che dovette svolgere dei lavoretti, come distribuire giornali, per racimolare qualche soldo. La svolta arrivò nell’anno 1920, quando conobbe un talentuoso animatore suo coetaneo, Ub Iwerks, con il quale fonda la Iwerks-Disney Commercial Artist, una società di filmati pubblicitari. Usò come ufficio il suo garage, facendosi prestare una cinepresa.

Nel 1922 trasforma la società in Laugh-O-Gram Films, che produsse film con personaggi animati e fiabeschi, insieme ad altri dipendenti. Comincia quindi a lanciare dei cortometraggi con la tecnica della live action, Alice’s Wonderland. L’anno seguente però questo studiò fallì per mancanza di fondi, quindi Walt venne esortato dal fratello Roy a trasferirsi ad Hollywood e lasciare i dipendenti, portando con i se i lavori di Alice’s Wonderland.

In California fonda con il fratello la Disney Brothers Studio, lavorando nel garage dello zio Robert. Poco dopo riescono a firmare un contratto con i produttori di Felix the Cat per realizzare 12 cortometraggi. In questo studio incontra e si innamora di Lillian Bounds, collaboratrice e assistente dell’animatore, e nel 1925 si sposano. Nel 1926 la società cambia nome e diventa Walt Disney Studio e successivamente Walt Disney Productions, nel 1928.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 2000
Stella di Walt Disney

La serie di Alice ha un discreto successo fino alla fine, poi lo studio si dedicò principalmente a personaggi animati. Venne creato quindi Oswald the Lucky Rabbit ed ebbe un enorme successo, diventando un’icona popolare ma, dopo un viaggio di Walt a New York per chiedere un aumento, egli si dimette poiché non solo non gli è stato concesso ma gli è stato ridotto e che erano stati assunti tutti i suoi vecchi dipendenti nel caso non accettasse. Inoltre gli è stato detto che il marchio e la distribuzione erano della Universal e non suoi.

A walt era rimasto soltanto Ub e pochi altri e quindi decidono di creare un nuovo personaggio animato. Durante il viaggio in treno da New York a Los Angeles, Walt disegnò la sua prima creatura, modificando Oswald, quindi la chiamò Mortimer Mouse. A sua moglie però non piaceva e gli consigliò il nuovo nome: Mickey. Ub invece lo aggiustò definendolo.

Topolino

Il nuovo personaggio esordì nel maggio del 1928 il cortometraggio muto L’Aereo Impazzito, ma non riuscì ad ottenere una distribuzione e nemmeno il film successivo, Topolino Gaucho. Walt capì che nei cortometraggi mancava qualcosa e, dato che poco prima era uscito il primo film sonoro, decise di fare altrettanto. Per produrlo però dovette vendere l’auto. Walt si procurò un cinephone e fece uscire il primo cortometraggio animato della storia: Steamboat Willie.

Topolino in Steamboat Willie

Questo cortometraggio sancì l’esordio non solo del topo più amato di tutti i tempi, ma anche di Minnie Mouse, diminutivo di Minerva, la sua eterna fidanzata. Il film ebbe un successo strepitoso e di lì a poco uscirono con il sonoro anche L’Aereo Impazzito e Topolino Gaucho.

Nel 1929 Walt, confortato dal successo di Topolino, decide di far uscire una nuova serie, con personaggi ogni volta diversi basati principalmente sulla musica e sul suono: le Sinfonie Allegre (Silly Symphonies). Questa nuova collezione esordì con La Danza degli Scheletri, altro grande successo.

La Danza degli Scheletri

Poiché però, nonostante il successo, le quote non aumentavano, Walt decise di firmare un nuovo contratto con Columbia Pictures, abbandonando così Ub che ha firmato un contratto con Powers. Nel 1931 Topolino era già comparso in 12 cortometraggi.

Nel 1932 Walt decide di utilizzare il nuovo procedimento Technicolor per realizzare il primo cortometraggio a colori, Fiori e Alberi (Flowers and Trees), nella serie Sinfonie Allegre. Esso fece vincere a Walt il primo Oscar come Miglior Cortometraggio Animato. Lo stesso anno ne vinse un altro per la creazione di Topolino.

Fiori e Alberi

Nel 1934, nella serie Sinfonie Allegre, più precisamente nel film animato La Gallinella Saggia, esordisce Donald Duck, ossia Paolino Paperino, un’altra creatura che divenne leggendaria.

Paperino in: la Gallinella Saggia

Nel 1935 la serie di Topolino divenne a colori; in seguito creò una nuova serie con personaggi principali Paperino e Pluto, altra sua creatura.

Topolino in: il Concerto Bandistico

Nonostante il successo riuscì a coprire appena le spese, quindi nel 1937 decide, con il parere contrario del fratello, di creare il primo lungometraggio animato a colori: Biancaneve e i Sette Nani. In questo periodo nasce anche Il Vecchio Mulino, primo cortometraggio ad essere realizzato con la cinepresa a piani multipli.

Il Vecchio Mulino

Biancaneve ebbe un successo clamoroso e guadagnò ben 8 milioni di dollari del tempo, così che poté ripagare tutti i debiti e costruire a Burbank i Walt Disney Studios, che aprirono il 24 Dicembre del 1939.

Biancaneve

Successivamente verranno prodotti altri lungometraggi come Pinocchio, Fantasia, Bambi e Dumbo. I primi due non ottennero molto successo, o almeno meno di Biancaneve ma più avanti saranno rivalutati.

Glu studi negli anni a venire produssero altri lungometraggi, come I Tre Caballeros, Cenerentola, la Bella Addormentata nel Bosco, La Carica dei 101, Lilli e il Vagabondo, le Avventure di Peter Pan, Alice nel Paese delle Meraviglie, Le Avventure di Ichabod e Mr. Toad, La Spada nella Roccia e moltissimi altri, ma continuò anche a fare i cortometraggi su Topolino, Paperino, Pluto e Pippo (dapprima Dippy Dawg, poi Goofy dal 1934), nuova creatura nata nel 1932 e, ovviamente le Sinfonie Allegre (esse si conclusero nel 1939). Walt produsse anche diverse strisce a fumetti con i suoi protagonisti, ossia Topolino, Minnie, Paperino, Pippo e Pluto. Infine la voce originale di Topolino, e inizialmente anche di Minnie, fu di Walt Disney stesso, poiché egli sosteneva che era una parte di lui; lo doppiò quindi fino al 1947.

Peter Pan e Giglio Tigrato

Lo studio realizzò anche film in tecnica mista, ossia live action e animazione, tra cui il famosissimo Mary Poppins, e Tanto Caro al Mio Cuore, ma anche film totalmente con attori come l’Isola del Tesoro, il Segreto di Pollyanna e il Cowboy con il Velo da Sposa.

Mary Poppins

In particolare Il Segreto di Pollyanna permise alla piccola Hayley Mills di vincere l’Oscar Giovanile, ma anche Bobby Driscoll lo vinse per il ruolo da protagonista di Tanto Caro al Mio Cuore.

Il Segreto di Pollyanna

Walt Disney muore nel 1966 a causa di un collasso cardiocircolatorio e l’ultimo film in cui collaborò fu Il Libro della Giungla, ma non riuscì mai vederlo poiché esordì l’anno seguente.

Il Libro della Giungla

Lo studio a Burbank coi decenni successivi ha portato all’impero attuale, comprendente diversi studi minori di animazione e non, ben 6 parchi a tema sparsi per il mondo, negozi e merchandising a iosa, ben 4 canali su Sky, numerosissime serie mensili a fumetti e la celeberrima rivista settimanale Topolino, con storie con tutti i personaggi (Paperino, Topolino, Pippo, Zio Paperone, Archimede, Qui Quo Qua ecc…).

Attualmente la Disney è la maggiore casa di produzione cinematografica in Occidente e comprende anche la Pixar Animation Studios (innovativo fu anche Toy Story, il primo film animato completamente in CGI), la Lucasfilm, la Marvel Studios e ora anche la Fox, quindi anche tutto National Geographic.

Per concludere possiamo sostenere che Walt Disney fu un genio creativo assoluto, che ha donato sogni, speranze, tematiche e fiabe meravigliose a bambini e adulti di tutto il mondo. Egli inoltre è stata ed è tuttora una delle persone più influenti della storia, non solo per l’animazione, poiché ha ispirato moltissimi artisti successivi.

Wall-E

Egli e alcuni dei suoi personaggi e dello studio, come Topolino, Minnie, Paperino, Trilli, Biancaneve, Winnie the Pooh, Kermit e i tutti i Muppets, hanno una stella nella Walk of Fame.

Stella di Biancaneve

Infine aggiungiamo una piccola perla: Walt Disney è la persona ad aver vinto più premi Oscar nella storia, con 59 nomination, 26 vinti, tra cui 4 alla carriera per le innovazioni del cinema e dell’animazione.

Walt Disney
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: