Fumetti

Melvina – La Recensione

Benvenuti su questa nuova recensione, questa volta a tema Bao Publishing. Il fumetto di cui voglio parlarvi oggi si chiama Melvina che altro non è che il primo titolo di una (una volta che sarà giunta alla sua fine) trilogia nella quale la nostra protagonista, che è una bambina, crescerà con lo scorrere dei volumi diventando adolescente prima ed adulta infine.

 “Melvina vorrebbe tanto essere già grande, per prendere decisioni per se stessa e liberarsi dalle preoccupazioni dei suoi genitori. Sembra che gli adulti non stiano a sentire i bambini, ma si possono davvero accelerare i tempi e decidere di crescere in fretta? Un giorno, Melvina cade nella finestra di Otto, un signore che custodisce un segreto doloroso, e le rivela che il suo destino è salvare il mondo parallelo di Aldiquada un sortilegio. La ricerca di un amuleto magico nel regno popolato di animali fantastici, farà scoprire a questa ragazzina generosa e determinata l’importanza di darsi tempo e decidere ascoltando il cuore.”

Scritto, disegnato e colorato da Rachele Aragno, denominarlo “graphic novel” è fin troppo riduttivo: ciò che ci si presenta davanti altro non è che una vera e propria fiaba in acquarello (è pure disegnata e colorata in tradizionale, dieci punti a Grifondoro!). Un po’ nello stile de Il Mago di Oz, i cui colori ed il particolarissimo ed inconfondibile stile di disegno si sposano benissimo con le diverse atmosfere in cui la storia è ambientata, insieme agli eccentrici personaggi che trovano dimora tra le pagine del volume. Ognuno di questi “capitoli” regala un insegnamento alla protagonista, facendola crescere e riflettere grazie a una morale finale, quella di non avere fretta di diventare grandi, che tutto arriva a tempo debito e che se si cresce troppo in fretta si andranno a perdere tanti momenti belli e costruttivi. Questa tematica, ossia quella dell’incontro (come specificato dall’autrice stessa) è solo una dei tanti temi che possiamo trovare in questo romanzo grafico. Seconda di fatto, ma non per importanza, è la tematica del sogno: il fatto che i sogni (come quello di Melvina ed  Otto da bambino di divntare grandi subito) non si realizzino con uno schiocco di dita, ma bisogna lottare ed impegnarsi per far sì che si avverino.

Un’altra cosa, forse ritenuta più secondaria ma che, personalmente, ho adorato (sarà a causa della mia vena artistica? Chi lo sa) sono state le pagine finali del volume che presentano le schede di alcuni personaggi ed altre curiosità relative al mondo di Aldiqua (per poi scoprire, sul sito della casa editrice, che quelle pagine extra si trovano solo ed esclusivamente nella prima tiratura del fumetto, quindi affettatevi se siete interessati!)

Ora passiamo alle noti dolenti. Eh già, purtroppo ci sono state alcune (poche) cose che mi hanno fatto storcere un po’ il naso. Nulla di apocalittico, solo critiche costruttive (peace and love always). La prima è stata la sensazione che il ritmo della storia fosse un po’ troppo veloce e che quindi alcune cose siano state lasciate in sospeso, che alcuni personaggi siano stati trattati un po’ superficialmente ma, dato che la storia continuerà, mi auguro di riuscire a trovare risposta alle mie domande nei prossimi volumi. Il secondo ed ultimo fattore che mi ha dato leggermente fastidio sono stati Melvina ed Otto stessi. Questi, in alcuni momenti, mi sono sembrati un po’ troppo cocciuti e pieni di sé. Certo è che che esistono anche bambini di questo genere, ma, anche se in piccola parte, ho apprezzato questo lato del loro carattere, soprattutto in Melvina, che si è saputa dimostrare intraprendente ed anche un po’ più saggia rispetto a molti adulti.

Tuttavia, in conclusione, ho trovato di buona compagnia questa lettura e sono molto curiosa di scoprire come si evolverà con una Melvina un po’ più cresciuta. Consigliata? Assolutamente sì!

  P.S. piccola chicca: facendo un po’ di ricerche, ho scoperto che, inizialmente, Melvina era un piccola storia facente parte della raccolta Ave – Nice to Meet You della Attaccapanni Press.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...