Cinema

C’era una volta a… Hollywood | Recensione

A quattro anni da The Hateful Eight, Quentin Tarantino torna a deliziare il pubblico con la sua inconfondibile cifra stilistica in C’era una volta a… Hollywood, al cinema dal 19 settembre 2019.

Protagonista della nona pellicola scritta e diretta dal regista americano è Rick Dalton (Leonardo DiCaprio), un attore che vede il suo successo precipitare dopo un periodo di gloria con gli sceneggiati televisivi. Lui e il suo partner, ovvero la controfigura Cliff Booth (Brad Pitt), cercano di ripulire l’immagine ormai sbiadita di Rick, incastrata nel ruolo di “cattivo” della tv, puntando, sotto il consiglio e la spinta di un produttore di Hollywood, Marvin Shwarzs (Al Pacino), sul cinema western italiano. L’arrivo di Sharon Tate (Margot Robbie) e di Roman Polanski come nuovi vicini di casa di Rick, preannuncia la strage per mano di Charles Manson, avvenuta nell’agosto del 1969.

Da queste premesse, Tarantino ci offre uno sguardo all’industria del cinema di fine anni sessanta, l’epoca in cui il fenomeno delle star hollywoodiane iniziava a prendere posto nell’immaginario collettivo e con il respiro internazionale che conosciamo oggi. In questo scenario, il regista racconta la crisi di quegli attori che videro (e che vedono) mettere in discussione le proprie capacità e la propria carriera durante il delicato passaggio da tv a cinema – curioso pensare come oggi invece avvenga il contrario. Ma svela anche, con una certa intelligenza, che a determinare il successo di queste star non sono solo le capacità recitative, ma anche una ovvia dose di opportunismo e sopratutto la fortuna di incontrare la persona giusta al momento giusto. O di non incontrare la persona sbagliata, al momento sbagliato…

Cliff stringe la mano di Marvin, il produttore che aiuterà Rick a tornare al successo.

Come ogni ricetta tarantiniana che si rispetti, anche qui troviamo i nostri 100 grammi di scene forti, insieme al pizzico di ironia, un q.b. di citazionismo e una straboccante quantità di immagini ricche e minuziosamente dettagliate. Ciliegina sulla torta uno splendido cast, a sua volta composto da affermatissime stelle hollywoodiane, che regala allo spettatore quel profondo realismo e tridimensionalità essenziali in una storia con i tratti surreali tipici della narrativa di Tarantino. Il regista propone al pubblico un’ode al cinema in generale, non dimenticandosi – anzi sottolineando – l’apporto significativo che i registi del neorealismo italiano hanno regalato al pubblico ma anche ai grandi artisti che li hanno seguiti e presi a modello. Lo stesso Tarantino si riconosce in questa categoria: la sua narrativa e messa in scena deve moltissimo agli stilemi dello spaghetti western e non è un caso che anche in C’era una volta… Hollywood, sia proprio questo il filone che funge da salvagente per il protagonista alla deriva, Rick.

Essendo, quella di Tarantino, una visione del cinema sicuramente molto personale e per certi aspetti “fuori dal tempo”, il rischio di essere incompresi o inopportuni è piuttosto alto anche in questo suo nono film. Probabilmente una buona parte del pubblico non riuscirà, nemmeno stavolta, ad allinearsi alla sua espressività, proprio perché si troverà davanti ad un prodotto con una direzione artistica ben precisa e personale, in cui lo spettatore è chiamato ad affidarsi ciecamente oppure a rifiutarlo. Personalmente l’approccio stilistico del registra non rientra tra i miei preferiti, tuttavia è impossibile non riconoscerne la passione e l’intelligenza utilizzati per sfruttare al massimo gli strumenti che offre il cinema. C’era una volta a… Hollywood è quindi uno di quegli “appuntamenti al cinema” immancabili per gli appassionati della settima arte, ma che non mancherà di deludere il pubblico più generalista e affamato di un intrattenimento più confortevole. In fondo, non è forse tipico dell’arte?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...