Fumetti Libri Pop Pop Culture

Starker morire oggi: la recensione

La necessità di reperire informazioni: ognuno di noi ha bisogno di conoscere e carpire notizie nel più breve tempo possibile.

Negli ultimi anni c’è stato un sempre crescente diffondersi di smartphone, tablet (od in generale di dispositivi multimediali digitali), questo ha portato ad un costante incremento dei “ collegamenti “ interpersonali.

Tali dispositivi ci rendono la vita sempre più facile e agevolata, permettendoci di svolgere le attività più disparate, tra le quali: controllare le mail, navigare in rete, chattare con persone dislocate per il globo ed anche leggere fumetti o libri.
Questo cappello iniziale mi è servito per introdurre l’opera che oggi prenderò in esame, stiamo parlando di Starker, nuovo titolo edito da Shockdom e presente nel loro nuovo servizio di streaming a fumetti, YEP!
Questo servizio, lanciato per la prima volta al Romics del 2018, permette di poter leggere e fruire di numerosi titoli sottoscrivendo un abbonamento mensile del costo di diciotto euro mensili. Il pagamento darà accesso ad un catalogo pieno di generi e di autori di tutto rispetto.
Usando il nostro dispositivo di fiducia potremmo leggere avventure e saghe create da alcuni dei più famosi e talentuosi fumettisti del panorama italiano, come ad esempio: Sio, i fratelli Rincione, La Badessa, Agnese Innocente ed anche i nostri due autori, lo scrittore e sceneggiatore Tito Faraci e il disegnatore, il palermitano Albo (Alberto Turturici).
Ma di cosa tratta Starker?
Gli artisti danno vita a qualcosa che ultimamente è abbastanza inflazionato nel panorama delle opere di fantasia, sto parlando di una storia che come protagonisti ha degli animali antropomorfi (vedi ad esempi i Cinocefali della ReNoir),
Starker non è un buono, lui è un sicario, uno scaltro, un freddo criminale che offre i propri servigi al miglior offerente. E’ solo una questione di soldi, quindi Starker è pronto a tradire anche il proprio stesso “Capo” qualora gli venga offerta una retribuzione maggiore per i propri servizi.
Il personaggio è un miscuglio di vari generi, il suo papà artistico è principalmente noto per i suoi lavori nel campo dell’Hard Boiled (un genere nato sul finire degli anni venti e perfezionato negli anni trenta, caratterizzato dalla crudezza e dalla veridicità delle sue vicende).
Faraci ha lavorato per alcune delle più importanti e famose testate italiane e non, come ad esempio: Topolino, PKNA, Dylan Dog, Martin Mystère, Zagor, Lupo Alberto, Diabolik, Nick Raider e Magico Vento.
Inoltre, possiamo trovare il suo zampino anche in serie internazionali come l’ Uomo Ragno o Devil.
Albo, il disegnatore del fumetto invece, si è fatto le ossa su internet, aprendo nel 1998 il suo blog personale nel quale pubblicherà strisce e storie da lui ideate, scritte e disegnate, come Mostrip.
Entrambi gli autori sono cresciuti con il fumetto Disneyano, i personaggi della storia ne sono una dimostrazione, modelli canini presi in prestito dal nostro immaginario su come debba essere il mondo in una fittizia Topolinia o Paperinia.
Il nome del teatro in cui si svolgeranno gli eventi di Starker non ci viene mai specificato, ciò non di meno possiamo intravedere e captare diversi segnali per comprendere le ispirazioni che gli autori hanno usato per dar vita a quei maleodoranti, sudici e sporchi sobborghi nei quali i nostri attori si muoveranno.
New York, Los Angeles, Chicago e anche Gotham City, queste alcune delle possibili reference usate.
Questo titolo fa parte di una nuova ondata, una marea che piano piano sta erodendo il mercato, sto naturalmente parlando del digitale.
A mio avviso ormai, anzi purtroppo, siamo talmente abituati a fissare un dispositivo che non facciamo più caso a cosa stiamo realmente facendo, non ci rendiamo più conto di stare snaturando uno degli hobby più belli e utili che possano esistere, la lettura.
Certo, il supporto digitale offre sicuramente numerosi vantaggi e migliorie, come ad esempio: la portabilità, la leggerezza, la quantità di opere, l’illuminazione, il risparmio, ecc…
Tuttavia la speranza di chi scrive è che l’analogico non venga mai abbandonato del tutto, le possibilità sensoriali, in particolar modo tattili e olfattive, sono impagabili e irrinunciabili, la bellezza di sfogliare un volume e venire a conoscenza delle vite che aleggiano al suo interno è imprescindibile.
In conclusione, dovreste leggere questo fumetto?
Si!
Certo, non sarà nulla di particolarmente innovativo o nuovo, nonostante tutto sono certo che vi intratterrà e vi permetterà di trascorrere un po’ di tempo facendo una delle cose più belle al mondo, leggere un fumetto.
Caratteristiche tecniche:
Editore: Shockdom
Piattaforma: Yep
Genere: Hard boiled, Noir
Sceneggiatore: Tito Faraci
Disegnatore: Albo (Alberto Turturici )
Lingua: italiano

Pagine: 72

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...