Fumetti Pop Pop Culture Senza categoria

Tiresia, il potere della rabbia: recensione

“È un uccello? È un aereo? No, è un archetipo già sviluppato in passato al quale è stato apportato qualche piccolo cambiamento”

Andiamo con ordine, quello che sto per recensire è il nuovo titolo edito da Shockdom per la loro piattaforma online YEP!

Questo titolo è una piccola tessera di un mosaico, qualcosa di più vasto, un universo super-eroistico che la casa editrice, insieme ad alcuni dei più importanti e moderni autori del panorama italiano, sta tentando di costruire.

Sto parlando del progetto TIMED, un’idea partorita e sviluppata da Lucio Staino, fondatore e responsabile di Shockdom.

Siamo di fronte ad una realtà che promette di essere “cross-mediale”, ovvero un punto di congiunzione tra il media del fumetto e quello del videogioco.

Un gioco in realtà aumentata, ideato grazie alla collaborazione con Joinpad, azienda italiana specializzata in AR (Augmented Reality)

Un’idea nata con lo scopo di creare un vero e proprio universo narrativo, una piscina nella quale nuoteranno diversi autori, tutti sulla cresta dell’onda.

In cosa consisterà questo universo?

A cosa è dovuto il suo nome?

Presto detto.

Queste capacità particolari, questi poteri, hanno due caratteristiche principali:

1) Il potere ha una durata limitata

2) Quando il potere termina, l’umano muore

Siamo nel 2024 e i TIMED sono stati scoperti da poco, ancora non si conoscono le conseguenze di questi poteri, TIRESIA, la protagonista della nostra storia, muoverà i suoi passi a Madrid.

La ragazza sedicenne sarà allevata dallo zio prete, non certo uno di quelli moderni e sociali, anzi, ci si trova innanzi ad uno di quelli antichi, bigotti e claustrofobici.

Il potere della nostra adolescente sarà quello di entrare e viaggiare nei mondi altrui, così da provare a risolve i conflitti presenti in essi e aiutare chiunque busserà alla sua porta in cerca di un conforto.

Le vicende verteranno esattamente su questo, l’immolazione della ragazza per un fine ultimo, una missione che grazie allo zio prete e alla parabola dei talenti (Matteo 25,14-30) verrà diffusa per tutta la città, come carità cristiana impone.

Cosa nasconde l’uomo nel proprio mondo?

Spesso cose terribili, realtà distorte create a puntino per mascherare, anche a noi stessi, ciò che più temiamo e rifuggiamo.

Questo è il caso di Simona, una ragazza in cerca d’aiuto che contatterà la nostra protagonista per intercessione della sorella Maria.

Maria è in fin di vita, ormai sente avvicinare il crepuscolo e come ultimo desiderio chiede di poter liberare la sorella maggiore dai gioghi che le opprimono la vita: la madre delle due ragazze, estremante cattolica e bigotta, accompagnata da un marito, il quale l’ha sempre guardata dall’alto verso il basso con un senso di superiorità (in più, da quando ha perso il lavoro è stato un crescendo di angherie). Vi sono tutti gli elementi per far si che in un prossimo futuro scoppi la violenza.

Questa esperienza sarà incredibilmente catartica per la ragazza, nel decidere di aiutarla, TIRESIA scoprirà, e capirà, di avere numerosi punti in comune con la vittima: due persone soffocate e imbrigliate da chi afferma di volerle bene, due cuori che hanno bisogno di libertà, due anime che sovrapposte sembreranno una sola, due voci che se soffocate sempre più prima o poi urleranno.

In fondo la belva è sempre nelle segrete.

Sicuramente non siamo di fronte ad un’idea originale, in passato ci sono già stati dei ragazzi con poteri più grandi di loro e incapaci di gestirli, ragazzi per la maggior parte dei casi discriminati o usati per un fine comune, qualcosa che aiuterà la comunità.

L’idea innovativa e vincente è stata quella di renderli finibili, tutto ciò apre scenari e ipotesi narrativi assolutamente interessanti.

Quest’opera trasuda voglia di libertà e autonomia da tutti i pori, ad un primo e poco attento sguardo sembrerà una critica al cattolicesimo ed ai suoi spesso opprimenti precetti, beh, non è così, anzi…

La protagonista è, infatti, una ragazza il cui unico scopo è quello di vivere i propri anni, una ragazza che vuole uscire con gli amici, una ragazza che vuole un fidanzato, una ragazza che vuole essere tale e nulla di più.

In conclusione, dovreste leggere questo titolo?

A mio parere si, certo, come scritto sopra, non siamo certamente dinanzi ad un capolavoro, però i due autori Lucio Staiano alla sceneggiatura e Claudio Avella ai disegni, riescono a trasportarci in questo mondo fatto di poteri e psicologia, libertà e oppressione, gioventù e mondi interiori, ecc…

Il disegno assolutamente “ orientale “ ben si coniuga con ciò che vuole essere: un’opera di crescita e formazione per una ragazza come tutte le altre.

Caratteristiche tecniche:

Editore: Shockdom

Piattaforma: Yep!

Sceneggiatore: Lucio Staino

Disegnatore: Claudio Avella

Lingua: italiano

Pagine: 64

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...