Il Nerd Show non delude…. quasi

Siamo stati a tutte le edizioni del Nerd Show di Bologna.Una fiera che abbiamo visto evolversi e ingrandirsi e che in passato ci ha entusiasmato davvero molto, grazie alla presenza ben distribuita nell’immenso spazio di stand di privati, autori e gadget, come diversi pezzi da collezione di giochi anni ’80 e’ 90 e storiche console e cabinati. Questa terza edizione vanta la partecipazione di 36 mila visitatori, molti di più rispetto l’anno precedente, di centinaia di stand, area gaming, youtuber per ogni genere, autori emergenti, noti doppiatori e diverse case editrici; una cosa però ci lascia con l’amaro in bocca: il mercato del fumetto e dell’usato. Manga scontati, serie complete, variant Marvel/DC del passato e volumi rari quasi inesistenti, pecca che nelle scorse edizioni non avevamo riscontrato. Bastava poco per accontentare una fetta di pubblico ed estimatori che ancora esistono e sono stati l’ossatura di un universo enorme, essendo stati quegli stessi volumi da collezione a creare il mercato di gadgettistica in voga da molti anni a questa parte.Si sa che star del web e gadget (spesso tutti uguali stand dopo stand, per la maggior parte magliette e tazze stampate, anelli, portachiavi, funko pop) tirano di più, e piacciono molto anche a noi, ma con una vastissima fiera di migliaia di mq a disposizione, 4/5 privati in più che vendessero roba a prezzi convenienti avrebbe alzato sicuramente il valore della fiera che, prima di ogni altra cosa, è del FUMETTO. Pensiamo che ancora in tanti vadano anche per qualche buon affare, perché comprare dozzine di numeri appena usciti a prezzo pieno o con solo il 5% di sconto ha poco senso con le tessere che il fumetteria portano ad offerte ben maggiori. Molti potrebbero sostenere che non ci siano più interessati a leggere, ma le decine di persone presenti in quei pochi banchetti dedicati e le opinioni di molte altre con cui abbiamo interagito dimostrano il contrario.Speriamo che andando avanti di questo passo il mercato non si riduca a vendere unicamente roba facilmente reperibile altrove, e che tocca solo in superficie la nona arte, andando a sminuire il prodotto originale e il lavoro degli artisti per venderne unicamente la forma. Oltre ad un poco efficiente impianto acustico del palco concerti, che non rendeva chiari i suoni per gli spettatori laterali, un info point penoso ad essere buoni (indicazioni discordanti o errate su biglietti, posizione dei bancomat e così via), il restante merita oggettivamente un’ottima considerazione. Vi erano ospiti per ogni target, tanti cabinati per gli amanti del retrogame e numerosi eventi, come il laboratorio interattivo con Giovanni Muciaccia per i vecchi amanti di Art Attack, conferenze con famosi doppiatori (citiamo Mino Caprio, storico doppiatore di Peter Griffin e Pietro Ubaldi, doppiatore del simpatico gatto Doraemon), attività di karaoke, gli intramontabili Giorgio Vanni e Cristina D’Avena e tanti disegnatori e scrittori di nuova leva che, grazie alla fiera, hanno l’opportunità di far conoscere le loro opere ad un pubblico più ampio. Da evidenziare anche il ritorno di Yotobi dopo tanti mesi di latitanza affiancato da un Renato Pozzetto memorabile, oltre alla gara dei cosplayer, che ha visto la partecipazione di numerosi giovani. Merita menzione l’area gaming, quasta volta più vasta rispetto l’anno precedente, con la possibilità per i collezionisti di acquistare vecchie console quali Nintendo64, arcade, Ps1 e 2 e Xbox o giocare nei tornei di giochi da tavolo.
Abbiamo visto fiere offrire tanto con budget molto più striminziti, in questa edizione il Nerd Show non ha offerto il massimo per tutte le richieste concentrandosi forse troppo su temi faciloni. Bella fiera, ma non eccezionale come gli scorsi anni, ci eravamo fatti alte aspettative considerando le scorse edizioni. Noi continueremo a darle fiducia sperando non si manifesti un’ulteriore involuzione.

Visitatori all’ingresso della fiera
Zona dedicata agli autori
Renato Pozzetto ospite del Nerd Show
Cosplayer e Videogiochi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...