Pet – L’amore che non volevo – Recensione

Uscirà il 12 marzo nelle librerie e fumetterie la graphic novel “PET – L’amore che non volevo“, edita dalla casa editrice Shockdom.

L’opera, scritta da Angelo Toso e disegnata da Nicole NIM Ballini, affronta il tema dell’amore violento, inteso non solo come violenza fisica, ma soprattutto mentale. E quale miglior occasione della festa della donna per parlare di un opera che tratta il delicato tema della violenza sulle donne?

Uno sguardo ai personaggi

Arianna: è la protagonista, nonché voce narrante. Innamorata del misterioso Daniele, scoprirà presto che questo amore la condurrà alla sofferenza.

Daniele: appassionato del mondo dell’occulto, è un personaggio controverso,uno, nessuno e centomila, come viene spesso descritto da Giò. Inizialmente appare come un ragazzo un po’ strano e misterioso, ma poi si rivelerà essere un violento manipolatore.

Caterina: amica di Ari e Dani. La maggior parte degli incontri tra i due avvengono a casa sua, che diventa sfondo degli atteggiamenti violenti di Dani.

Giovanna: è la madre di Caterina. Appassionata anch’essa del mondo paranormale, mette spesso in guardia Ari riguardo il modo di essere di Dani. Inoltre, da una lettura dei tarocchi, rivelerà ad Ari il suo difficile e doloroso futuro.

Luca: per un breve periodo di tempo sarà il fidanzato di Ari. Tuttavia la tradirà con Grazia, la migliore amica di sempre, contribuendo a far vacillare ulteriormente la già compromessa stabilità mentale di Ari.

Alessandra: è la mamma di Daniele. Prova disprezzo per Arianna e costringe il figlio a frequentare una ragazza solo perché è la figlia di un noto avvocato.

Tra violenza, bullismo e autolesionismo, Pet si propone di sensibilizzare il pubblico su temi attuali e di grande impatto. Il finale, inoltre, è l’esempio di come, attraverso adeguati aiuti, si può uscire da situazioni difficili e dolorose come quella di Arianna. Ma ripercorriamo con attenzione le vicende della nostra protagonista. Fin dall’inizio troviamo Ari alle prese con il presunto tradimento del suo (ormai ex) ragazzo, e decide di passare una serata a casa di Cate dove incontrerà Daniele e passerà con lui una piacevole serata a chiacchierare sul balcone.

Questo non è che l’inizio della fine per la povera Ari, che inizierà una relazione malata con Daniele, che alterna momenti di dolcezza e altri di violenza anche fisica. E sarà proprio durante uno di questi momenti che deciderà di chiudere con lui e iniziare una relazione con Luca, il quale si dimostra inizialmente un ragazzo gentile e sensibile. Sarà la decisione giusta? Certo che no, infatti da quel momento inizierà, a mano a mano, ad avverarsi tutto ciò che le era stato predetto da Giovanna tramite i tarocchi: il tradimento di Luca, la perdita della sua cara amica Alice, e ancora, il ritorno di fiamma tra Ari e Dani.

In una sequenza in particolare, riusciamo a vedere e provare empaticamente tutto il dolore di Arianna. Con “Pet” degli A Perfect Circle in sottofondo, troviamo un’Ari con i capelli corti, dimagrita e con visibili tagli sulle braccia, che si trova nuovamente a lottare contro la sua “dipendenza” da Daniele, che riesce a farla avvicinare nuovamente a sé. Aggiungiamoci pure il bullismo da parte di Carla, ragazza storica di Daniele, e delle sue amiche, che accusano Arianna di essere una sfascia coppie. In realtà non sanno che la povera ragazza non è che una vittima dei giochetti manipolatori di Daniele.

Alla fine scopriamo che tutte queste vicende Arianna le sta raccontando alla psicologa da cui è in cura. Emblematica la frase “se lo rivedessi chi incontrerebbe lui, la ragazza di allora o la donna di adesso?“, e notiamo Arianna visibilmente cambiata, più forte, che incrocia lo sguardo di Daniele tra la folla. Ma questa volta non ci casca più.