Dumbo. Una piuma e si è liberi, ma senza Burton. RECENSIONE

Se ti chiami Tim Burton, disponi di un alto budget e del benestare Disney per trattare un capolavoro dell’animazione, se poi questo progetto riguarda la favola con il freak per eccellenza… beh, è normale che le aspettative siano più che alte. Perché il cinema di Burton è cinema del diverso, dell’incompreso, dell’emarginato. Del freak, appunto….